quello che occorre sapere per usare la bici come mezzo di trasporto e nel tempo libero

MANUALE DEL CICLISTA Click here to  access Bicycle Frame Size Calculator
Tutto quello che vorresti sapere per andare in bicicletta


 

  Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Rss

Come si fa ad accorciare o allungare la catena della bicicletta?

 
Come aggiungere o togliere maglie a catena bici


Nella foto 1 si vedono gli elementi che compongono la catena con il loro nomi.

Per accorciare, allungare o cambiare una catena occorre disporre dello specifico attrezzo che ha la funzione di espellere il perno per aprire la catena e ricomporla dopo aver fatto l’intervento.

In commercio esistono almeno due tipologie di attrezzi: a forma di pinza come da foto 3 che verrà usata per la spiegazione e attrezzi più piccoli, foto 2, ove lo sforzo di espulsione del perno avviene girando una vite avente effetto moltiplicatore della forza necessaria per espellere il perno. Questi ultimi, oltre alla ridotta dimensione che permette, volendo, di portarseli sulla bici e fare interventi in strada, hanno un costo contenuto. La pinza, invece costa almeno tre volte tanto. Chi scrive qui conosce solo la pinza per cui non può esprimere un giudizio sugli attrezzi a vite.

DESCRIZIONE DELLE OPERAZIONI

L’ipotesi è quella di dover operare su una catena già montata sulla bici a cui occorre togliere una o più maglie. L’intervento avviene in 4 fasi:

- Apertura della catena
- Asportazione di una o più maglie in eccesso
- Ricomposizione della catena
- Collaudo in strada

---------------- Apertura della catena ---------------

Si prende una qualsiasi MAGLIA ESTERNA e la si posiziona nella sede dell’attrezzo dove c’e il punzone. (foto 3)

Premendo sulle leve dell’ attrezzo, come si fa quando si usa qualsiasi pinza, si forza l’uscita del perno ma attenzione che esso non deve essere espulso totalmente ma solo uscire da una maglia ma non dalla seconda come da foto 4, questo perché se uscisse tutto poi sarebbe molto complicato reinserilo.

Per aprire la catena occorre afferrare le maglie prima dopo il perno estratto parzialmente facendo forza in senso ortogonale all’asse della catena, non preoccuparsi se la maglia su cui è attaccato il perno si piega un po’, poi, nel processo di ricomposizione, ritornerà ancora diritta. Foto 5 e 6

---------------- Asportazione delle maglie in eccesso ---------------

La catena aperta si presenta, da un lato con le maglie esterna in una delle quali è inserito il perno estratto parzialmente mentre dall’altro lato si vedono le due maglie interne con il distanziale con il rullo. Foto 6. Da questo lato si va a cercare il perno sito nelle maglie che si vuole asportare per accorciare la catena.


Con l’attrezzo usato per estrarre parzialmente il perno visto sopra lo si posiziona e si stringe la pinza in modo che il punzone questa volta ESTRAGGA TOTALMENTE IL PERNO.


---------------- Ricomposizione della catena ---------------

Indipendentemente da quante maglie abbiamo tolto la situazione che abbiamo dinnanzi é uguale alla figura 6.


Infilare la maglia interna con rullo all’interno della maglia esterna dove fuoriesce il perno.

Infilare nell’attrezzo le maglie inserite una nell’altra e premere forte la pinza sino a far entrare bene il perno anche nella seconda maglia. Si badi che nella ricomposizione il punzone non lavora ma lavora la parte piana della pinza. Ad operazione eseguita controllare bene che il perno sia a filo delle maglie: non deve sporgere da nessuna parte. Se cosi fosse, significa che non è infilato bene in una delle due maglie e allora occorre rimettere le maglie nell’attrezzo con il lato del perno che sporge sotto il punzone dell’attrezzo e con moderata forza bisogna riuscire a farlo entrare perfettamente tra le due maglie poi si ripete l’operazione di schiacciamento con l’altra parte della pinza.

Quando tutto sembra a posto si constaterà che le maglie attorno al perno su cui è lavorato non si muovono bene come le altre: è normale. Si prendono le due parti della catena vicino al perno in questione e si muovono in tutti i sensi sino a quando l’attrito diminuisce anche se non scompare .


------------------- collaudo--------------

Il collaudo della catena si fa in strada. Dato che le sorprese non finiscono mai è sconsigliabile dopo un intervento sulla catena fare una uscita lunga perché anche se il lavoro appare perfetto esso va verificato sul campo.

Si pedala quindi in zona e si noterà subito ad ogni pedalata un salterello della catena quando passa nel cambio. Ciò accade per quando detto sopra ma nel giro di 15 minuti scompare.

Dopo che il rumore è scomparso si scende dalla bici e si osservano che tutti i perni siano in sede (Adesso potrebbe non essere facile capire la maglia dove abbiamo operato ) Se tutto ok si affronta l’ultima prova che consiste nell’affrontare un cavalcavia o una salitella da fare con rapporto duro in modo da imprimere alla catena una elevata forza.

Se sotto tale sforzo la catena non si apre abbiamo buone probabilità di ritenere che il lavoro è stato fatto bene. Attenzione in questa pedalata di forza che va fatta da seduti e non in piedi in modo da minimizzare i rischi di caduta qualora la maglia su cui si è lavorato dovesse aprirsi all’improvviso.

Di seguito vengono mostrati alcuni video che mostrano varie metododologie e attrezzi per aggiungere o togliere le maglie.



















Riferimenti:
 
Link_to1=http://www.ciclistaurbano.net/Manutenzione_cambio%20catena.html

 
 
 

Articolo 2172 aggiornato al 2020-07-31

n.1

n.2

n.3

n.4

n.5

n.6

Home  -   Chi sono  -    Termini del Servizio   -    Contatto   -   Privacy Policy -    Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Rss  - ©2011 ciclistaurbano.net