Bici al semaforo può mettersi davanti alle auto?

 
Sarebbe opportuno che il Ciclista, per tutelare al meglio la sua incolumità , si metta tutte le volte che può davanti alle auto ferme al semaforo in modo che tutti lo vedano ma per fare ciò é quasi impossibile che non debba infrangere il codice della strada e quindi i molti Ciclisti che compiono tale manovra devono essere consapevoli di quello che fanno, non tanto per non essere multati perché nella fattispecie non viene quasi mai comminata se il Ciclista non provoca incidenti, ma per non rischiare di finire al cimitero.

Vediamo quindi prima cosa dice il codice della strada e poi alcuni suggerimenti per coloro che nonostante il divieto intendano portarsi davanti alle auto in sicurezza, senza provocare e subire incidenti.

CODICE DELLA STRADA: vieta in prossimità  di incroci di effettuare sorpassi, a meno che il sorpasso possa avvenire senza sconfinare nella corsia opposta.(Art,148 cds comma 12)

I mezzi non a motore e quindi le bici devono sempre stare vicino al margine destro delle carreggiata, (Art.143, cds comma2) e quindi non possono supeare le auto ferme da sinistra come invece fanno le moto.

L'UNICO caso in cui é consentito alle biciclette di allontanarsi dal margine destro della strada é quando deve svoltare a sinistra. QUI


Sulla base dei citati vincoli, ai Ciclisti che non vogliano infrangere il codice non rimane che comportarsi come fossero alla guida di una auto e cioè¨ fermarsi dietro l'ultima auto ferma ed attendere in quella posizione lo scatto del verde e mettersi in moto solo quando il veicolo che precede la bici si mette in movimento. Questa manovra oltre che conforme al codice é intrinsecamente sicura perché le auto che stanno davanti al Ciclista se ne sono andata prima che lui si sia mosso e quelle dietro hanno visto il Ciclista dinnanzi e quindi non gli fanno correre rischi.

Nella pratica si constata invece che pochi rispettano le citate prescrizioni quindi, per evitare di causare incidenti sarebbe opportuno che siano note le precauzioni da adottare che, se conosciute e applicate, riducono i rischi di incappare in incidente praticamente a zero.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti ben noti a chi pedala da tempo.

1) SUPERAMENTO DA SINISTRA AUTO FERME Tipicamente sono le moto e bici il cui Ciclista si sente abbastanza esperto per fare ciò e anche ben allenato giacché deve disporre di adeguata potenza nelle gambe che gli consentano di rientrare rapidamente a destra vicino al marciapiedi, con le auto in movimento, se scatta il verde quando non ha ancora raggiunto la cima della fila. Il superamento della auto va fatto mantenendosi distanti il più possibile dalle auto ferme per evitare che qualche auto possa uscire improvvisamente dalla fila e urtare il Ciclista che in quel momento gli transita di fianco.

Se la permanenza del rosso non permette al Ciclista di arrivare in cima alla fila e mettersi davanti alle auto ferme egli, appena le auto si mettono in moto, con braccio destro ben disteso inizia a pedalare compiendo la manovra di avvicinamento al lato destro della carreggiata, manovra da fare gradualmente ma con decisione e senza tentennamenti. Se il Ciclista arriva per tempo in cima alla fila di auto ferme si mette davanti a tutti (I mezzi stanno dietro di lui e non lo possono non vedere, se dietro c'e un camion,allora il ciclista si porta ancora più avanti in modo che dalla cabina venga visto), se vede che non é ancora scattato il giallo nell'altro semaforo approfitta di questi pochi secondi per spostarsi tutto sulla destra in tal modo appena scatta il verde egli si trova davanti a tutti e già  nella posizione che compete alla bici vicino al marciapiede non deve fare altro che partire appena scatta il verde.

2) SUPERAMENTO DA DESTRA AUTO FERME Il superamento a destra é vietato dal CDS ma per la bici si sono diffuse intepretazioni discordanti QUI

In ogni caso presenta maggiori rischi di incidente rispetto al superamento da sinistra. Il Ciclista, nella manovra di avvicinamento alla cima della fila deve innanzitutto evitare di entrare in collisione con una porta di una auto che improvvisamente si apre per far scendere un passeggero. Per evitare che il Ciclista lo investa e/o crei un danno all'auto che poi é tenuto a risarcire deve compiere il tratto a velocità  bassa e comunque tale da consentire di inchiodare la bici appena vede una porta che accenna ad aprirsi. E' sottinteso che per fare ciò durante tutto il passaggio tra auto e marciapiedi deve tenere fisso lo sguardo sulle portiere che ha alla sua sinistra.

Nel superamento delle auto il Ciclista deve anche prestare attenzione a non urtare qualche specchietto di auto perché fa molto arrabbiare alcuni automobilisti con tutte le conseguenze che ne conseguono. Il Ciclista si avvicina alla cima della fila quanto più dura il rosso ma non sempre riesce a portare a termine la impresa o perché scatta il verde o perché c'é una auto molto spostata sulla destra che ne blocca l'avanzamento.Cosa a fa allora il Ciclista?

Dipende sin dove é arrivato perché egli può trovarsi in una qualsiasi delle seguenti tre situazioni, ciascuna della quale richiede attenzioni e comportamenti diversi:

Scatta il verde e il Ciclista ha davanti una o più auto. In questo caso si comporta a termine di codice, in pratica é come se avesse raggiunto quel punto non infilandosi tra le auto ma fermandosi dietro l'ultima, attende quindi che tutte le auto che ha dinnanzi si muovano dopo di che si muove anche lui e da questo momento non corre più rischi particolari.

Scatta il verde e il Ciclista é in cima alla fila, ha di fianco un auto o un camion e non ha avuto il tempo di avanzare e mettersi almeno sotto il semaforo davanti a tutti. Questa configurazione é la più rischiosa e porta al cimitero ogni anno dei Ciclisti senza esperienza. La auto o il camion che il Ciclista ha alla sua sinistra potrebbe non essersi accorta della bici che ha alla sua destra perché quando é arrivato non c'era per cui se i citati mezzi partono e tirano dritto al Ciclista é andata bene ma se svoltano a destra e contemporaneamente il Ciclista tira dritto gli vanno addosso e la cosa spesso finisce male. Per evitare ciò il Ciclista deve quindi mettersi in moto DOPO che il mezzo che ha di fianco si é mosso in modo da capire quale direzione prende. Se esso tira diritto, quando il Ciclista ha visto la sua coda, si mette in moto e va dove vuole diritto o gira a destra e non corre nessun rischio in quanto le auto che ha dietro lo hanno visto.Se l' auto o camion che ha di fianco gira a destra e il Ciclista deve andare diritto li lascia girare e poi si mette in moto solo dopo che ha visto girare il mezzo. Tenere presente che la sicurezza di dove si dirige l' auto/Camion il Ciclista c'e l'ha solo osservando la sua direzione perché le frecce sono passate di moda e quindi é normale che un auto giri a destra senza mettere la freccia.

Scatta il verde e il ciclista é riuscito a raggiungere la cima della fila e si é messo davanti a tutte le auto, Egli é praticamente sotto il palo del semaforo. Questa situazione é quella che annulla nei fatti, eventuali violazione del cds perché da questo momento, nella posizione in cui si trova tutti i mezzi dietro lo vedono per cui non corre rischi di provocare o subire incidenti ma attenzione: se alle spalle del Ciclista c'é un camion non deve fermarsi sotto la cabina perché il Camionista non lo vede e quindi va avanti sino a quando riesce a vedere il volto del camionista all'interno della cabina, il rischio da evitare é che, essendo la bici arrivata dopo il camion non sia stata vista e quindi, al verde il camion parta e mandi il Ciclista al Cimitero. Cliccare sul link in fondo alla pagina per sapere come comportarsi quando si ha vicino un camion.

----------------------- NOTA-------------------

Oggi nel mondo ma anche in Italia ci sono varie sperimentazioni denominate -CASA AVANZATA- che cercano di attuare quando descritto sopra attraverso una specifica segnaletica. Temo che in Italia potrebbe non risolvere il problema e spiego perché. Fin che si tratta di una sola bici, come descritto sopra va bene, ma se dovessero essere più di una, piazzate davanti alle macchine e che queste debbano aspettare un pò di secondi prima che le bici si mettano in moto e in fila vicino al marciapiedi non sarà  tollerato da certi automobilisti, tipicamente quelli che guidano grosse auto e non é difficile prevedere che appena scatta il verde faranno a gara per passare avanti alle bici mettendo a rischio la incolumità  di quelli che sono più verso il centro della strada: STIAMO A VEDERE.


Riferimenti:
 
https://www.6sicuro.it/codice-della-strada/casa-avanzata-biciclette-semaforo/

 
https://www.ciclistaurbano.net/bicicletta_detail.php?id=132

 
https://www.ciclistaurbano.net/bicicletta_detail.php?id=68

 
https://www.ciclistaurbano.net/piste%20ciclabili_incrocio_strada_passo_carraio.html
 
 

Articolo 271 verificato al 2023-12-02 categoria: Circolazione stradale