quello che occorre sapere per usare la bici come mezzo di trasporto e nel tempo libero

MANUALE DEL CICLISTA Click here to  access Bicycle Frame Size Calculator
Tutto quello che vorresti sapere per andare in bicicletta


 

  Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Rss

Catena bicicletta rumorosa: cause e rimedi

 
Qui si da per scontato che, catena, cambio e pacco pignoni siano correttamente lubrificati perché se anche un solo di questi organi fosse totalmente privo di lubrificazione si potrebbe avvertire un rumore in prossimità della catena.

------BICICLETTE CON UNA SOLA RUOTA LIBERA (Senza Cambio)-----


Il rumore potrebbe essere provocato dallo sfregamento della catena sulle pareti laterali del copri catena (Carter) se presente; in tal caso occorre distanziare di qualche millimetro il carter dalla catena in modo che non sfreghi più. Stesso rumore potrebbe essere provocato dallo sfregamento della catena sul fondo del carter, in tal caso occorre procedere al corretto tiraggio della catena come qui sotto specificato.

Se la catena non sfrega sul carte allora il rumore potrebbe essere provocato dalla catena troppo tesa o troppo allentata.

CATENA TROPPO TESA: in questo caso si avverte un rumore continuo, sordo, provocato dal maggior attrito della catena con i denti della ruota libera e corona anteriore. Per verificare se la catena ha il giusto tiraggio basta appoggiare un dito nella parte bassa centrale della stessa e spingerla moderatamente verso l'alto: essa si deve alzare per circa 1 Centimetro, se non si muove, o si muove solo di qualche millimetro occorre svitare il mozzo della ruota posteriore e avanzare la ruota quanto basta per aver il gioco citato. Qualora non ci fossero margini per avanzare la ruota occorre aggiungere qualche maglia alla catena.

CATENA TROPPO ALLENTATA: Se muovendo verso l'alto la catena con il dito essa si alza oltre i tre Centimetri questa potrebbe essere la causa del rumore ma trattasi di un rumore diverso dal precedente, é più discontinuo perché la catena 'sbatacchia' da una parte all'altra durante la pedalata e anche in questo caso occorre allentare la ruota posteriore e tirarla un pò indietro per ripristinare il gioco corretto. Qualora non ci fossero margini per retrocedere la ruota occorre togliere qualche maglia della catena.


Se tutti le anomalie citate sopra sono state risolte e il problema persiste potrebbe esserci, alla base del rumore, una forte usura della catena, della ruota libera o della corona anteriore se la bici é molto vecchia perché la corona anteriore dura almeno 4 volte la ruota libera. Cliccare sul primo link sotto per sapere come capire se la catena é da cambiare.




------BICICLETTE CON CAMBIO-----

In aggiunta a quanto detto sopra la presenza del deragliatore posteriore ed eventualmente anche dell'anteriore, se la bici ha più corone, può crearsi del rumore se la catena lavora in modo scorretto. La condizione ottimale di lavoro della catena é quando essa é in linea con il pignone posteriore come da foto 2 sotto. E' ancora accettabile da punto di vista degli attriti se si sposta al massimo di due pignoni a sinistra o destra rispetto alla posizione ideale. Se invece si fa lavorare la catena nelle posizioni estreme come mostrano le foto 1 e 3 essa diventa più rumorosa perché aumenta l'attrito in quanto subisce una torsione longitudinale. La foto 4 mostra le posizioni corrette(Verde) quelle scorrette (Rosso) e le intermedie(Viola). Queste ultime talvolta sono inevitabili ma sapere che non sono ottimali ci aiuta a correggerle appena le condizioni della strada lo permettono.

Nella figura 4 é mostrata una bici con tripla corona anteriore che rende facile far lavorare bene la catena in tutte le posizioni dei pignoni posteriori. Infatti, man mano che spostiamo il cambio posteriore verso sinistra, quando pedaliamo in salita, spostiamo anche la catena prima sulla corona centrale e se occorre sulla più piccola mentre quando pedaliamo in pianura e andiamo forte mettiamo la più grande davanti e la più piccola dietro facendo fare sempre un buon lavoro alla catena come mostra la figura 4. Se le corone sono solo 2 anziché 3 si riduce un pò lo spazio di manovra ma è ancora accettabile. Decisamente negativa, ai fini di far lavorare bene la catena, é quando si ha una sola corona anteriore. Questa situazione sembrava relegata alle bici anni 50 ma ora si sono inventati la mono corona che altro non é che la bici con una sola corona anteriore, é un ritorno al passato, pur di creare mode e vendere. Ma la situazione rispetto al passato , dove al massimo le bici avevano 5 pignoni, é peggiorata ai fini delle condizioni di lavoro della catena perché oggi si arriva a 12 pignoni posteriori per cui chi, con la monocorona volesse sfruttare tutti i pignoni, si troverebbe a far lavorare in condizioni pessime la catena se messa nella posizioni estreme con tutte le conseguenze connesse che, oltre al rumore, sono rappresentate da una precoce usura di tutti gli organi della trasmissione quindi catena, pignoni e cambio. Il risultato di questa innovazione alla rovescia é che il Ciclista che vuole conservare bene la sua bici si limiterà ad usare al massimo i 6 pignoni posteriori più in linea con la catena rinunciando ad usare gli altri.


Riferimenti:
 
Link_to=http://www.ciclistaurbano.net/bicicletta_detail.php?id=1362

 
 
 

Articolo 2867 aggiornato al 2020-05-22

n.1

n.2

n.3

n.4

Home  -   Chi sono  -    Termini del Servizio   -    Contatto   -   Privacy Policy -    Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Rss  - ©2011 ciclistaurbano.net