quello che occorre sapere per usare la bici come mezzo di trasporto e nel tempo libero

MANUALE DEL CICLISTA Click here to  access Bicycle Frame Size Calculator
Tutto quello che vorresti sapere per andare in bicicletta


  Rss Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Ricevi le news via email

- UN CRIMINE SPINGERE I BAMBINI ALLA VACCINAZIONE, L’INTERVISTA A KENNEDY A MILANO IL 13 NOVEMBRE 2021

 
Giornata lunga per Robert F. Kennedy Jr., fondatore dell’associazione Children Health Defence, che si è recato a Milano per tenere prima una conferenza stampa in tarda mattinata e poi un discorso presso l’Arco della Pace. L’avvocato ambientalista ha parlato della crisi democratica che stanno attraversando molte democrazie occidentali. Dagli interessi nutriti da Big Pharma, fino al vero scopo della Certificazione Verde Digitale. Ai microfoni di Byoblu, Kennedy ha risposto alle domande del nostro inviato Davide Porro. Ecco la trascrizione integrale dell’intervista:

DOMANDA: Che cosa ne pensa dell’attuale gestione del Covid in Italia, in rapporto anche a quello che sta accadendo negli Stati Uniti?

RISPOSTA: Sta succedendo la stessa cosa in tutto il mondo. L’Italia è stata l’epicentro prima di tutto per l’arrivo del Covid-19 e poi anche per la risposta militarizzata di quello che sarebbe dovuto essere un problema medico. Anche in Italia abbiamo visto la cancellazione dei diritti costituzionali. Perché dobbiamo imporre risposte per risolvere un problema sanitario, se abbiamo soluzioni mediche che avrebbero funzionato perfettamente? Perché c’è stato il bisogno di limitare la libertà d’espressione, chiudere le Chiese, milioni di attività, oltre alla sospensione dei processi giudiziari? Non ha senso, ma sta succedendo negli Stati Uniti e in tutto il resto del mondo. È un colpo di stato contro le democrazie liberali di tutto il globo.
“Un crimine vaccinare i bambini”

DOMANDA: Negli Stati Uniti l’FDA ha approvato il vaccino per bambini dai cinque anni in su. Che tipo di iniziative sta portando avanti a riguardo con Children’s Health and Defense?

RISPOSTA: È veramente un atto criminale quello di vaccinare i bambini. The Lancet ha portato avanti uno studio sui bambini americani deceduti per il Covid-19 ed è stato scoperto che nessun bambino sano è morto per Covid. Inoltre, i bambini sani hanno un rischio pari a zero di morire per il Covid-19. Di conseguenza, perché dovremmo portarli a fare un trattamento medico che ha dei rischi molto alti? Durante i trial clinici di Pfizer c’erano soltanto undici bambini. Una bambina di tredici anni chiamata Maddy de Garay che ha ricevuto il vaccino, si trova ora per il resto della sua vita su una sedia a rotelle e attaccata a un tubo per l’alimentazione artificiale. Ed è una su 1.100. È un rischio molto alto, molto più alto del Covid. Inoltre, stiamo vedendo miocarditi, pericarditi, trombosi e decessi. E in molti altri casi gravi vi sono seri effetti collaterali di questi vaccini. È una follia somministrare quest’ultimi ai bambini. Il Covid è una malattia che uccide le persone anziane. Se hai più di settant’anni è una malattia mortale. Potenzialmente, se non viene curata, può uccidere fino al 5%, lo abbiamo visto bene agli inizi qui in Italia. Sappiamo però che ci sono delle cure che la rendono una malattia facilmente gestibile. Ci sono antibiotici, antinfiammatori, steroidi, antivirali, come l’ivermectina e l’idrossiclorochina, che riducono fortemente la mortalità e la rendono una sorta di virus influenzale. Avremmo dovuto applicare queste cure piuttosto che utilizzare il Covid per terminare la democrazia.
A cosa serve veramente il Green Pass?

DOMANDA: Pensa che il passaporto vaccinale sia legato al Covid, oppure la pandemia serve a un controllo di tipo governativo, consentito attraverso questo certificato digitale?

RISPOSTA: Il passaporto vaccinale, il cosiddetto Green Pass, non ha niente a che fare con la salute pubblica. In realtà, non è nemmeno emesso dal Ministero della Salute, ma da quello delle Finanze. Il che mostra quale sia il suo scopo reale: il controllo degli esseri umani e dei nostri flussi finanziari. Se i vaccini funzionassero, prima di tutto le persone non opporrebbero resistenza. Secondariamente, sappiamo che i vaccini non funzionano, non prevengono la trasmissione, e nessuno infatti lo nega. E quindi perché li stiamo imponendo alle persone se non impediscono la diffusione dei contagi. Le persone vaccinate hanno la stessa probabilità di trasmettere il virus come i non vaccinati. Quindi, qual è la giustificazione per aver imposto un lasciapassare, se non quella di voler porre fine ai diritti civili e controllare la popolazione?
Cosa sono le fake news?

DOMANDA: Lei, come il nostro canale televisivo, è stato spesso accusato dai media mainstream di diffondere disinformazione. Cosa ne pensa a riguardo?

RISPOSTA: Il termine fake news si riferisce ormai a ogni notizia che mette in dubbio le decisioni governative o i profitti delle case farmaceutiche. Non si tratta di cosa sia vero o falso, io non diffondo disinformazione. La mia organizzazione è sottoposta a una grande operazione di fact-checking. Qualsiasi cosa diciamo, qualsiasi dichiarazione rilasciamo, è basata su fonti governative, oppure su ricerche mediche peer to peer. Abbiamo un consiglio d’amministrazione composto da 300 dottori. Tra questi vi è il premio Nobel Luc Montagnier, che ha isolato il virus dell’HIV nel 1993. È presente anche l’ex direttore del programma nazionale di tossicità. Tutte queste persone si stanno assicurando che non pubblichiamo niente che non sia supportato da evidenze scientifiche. Quando mi accusano di diffondere disinformazione riguardo ai vaccini, loro non mostrano mai una singola dichiarazione che io abbia fatto e che sia incorretta. E qui non si parla di falsità ma semplicemente di cose che non vogliono essere rese pubbliche.
“Un colpo di Stato globale contro la democrazia”

DOMANDA: Il 16 novembre uscirà il suo nuovo libro, potrebbe svelarci qualche anticipazione?

RISPOSTA: Il libro è molto lungo e ben referenziato, ci sono oltre 200 note a piè pagina. Ripercorre le tracce della pianificazione di questa pandemia negli ultimi vent’anni. E parla anche della risposta alla pandemia. Non nego che questa sia reale e che le persone stiano morendo per il Covid-19. Il problema è che si tratta allo stesso tempo di un pretesto per un colpo di stato globale contro la democrazia. Durante le ricerche per la scrittura del libro sono venuto a conoscenza degli incontri in cui si è avviata la pianificazione, oltre ai soggetti e alle istituzioni coinvolte. Ed è emerso che pianificavano questo da anni. Suona come una teoria del complotto, e a tutti gli effetti è davvero una sorta di complotto. I diretti interessati sono anche l’intelligence degli Stati Uniti, Big Pharma, oltre ai colossi tecnologici della Silicon Valley. Questi hanno rubato immensità di dati, trasformandoli ora in miliardi di dollari. E anche gli altri gruppi che si occupano di tecnologia in ambito medico sono in collaborazione con le grandi case farmaceutiche. E ho mostrato alle persone passo dopo passo come è stato pianificato tutto e come è poi stato messo in pratica.


Riferimenti:
 
Link_to=https://www.byoblu.com/2021/11/13/robert-kennedy-jr-crimine-vaccinare-bambini-intervista/

 
 
 

Articolo 4115 aggiornato al 2021-11-14

Home  -   Chi sono  -    Termini del Servizio   -    Contatto   -   Privacy Policy -    Cliccare qui per rimanere sempre aggiornato con le novità del sito Rss  - ©2011 ciclistaurbano.net