quello che occorre sapere per usare la bici come mezzo di trasporto e nel tempo libero

MANUALE DEL CICLISTA Click here to  access Bicycle Frame Size Calculator
Tutto quello che vorresti sapere per andare in bicicletta

 

 

   Copia questo link  nel tuo feed reader per ricever  aggiornamenti di ciclistaurbano.net

Da cosa ci si rende conto che bisogna cambiare catena?

 
--------------- RISPOSTA RAPIDA -------------------
Catena e pignoni sono come fratelli siamesi, lavorano e invecchiano assieme e gli indicatori che qualche cosa non va é data da:

- Rumore della catena (Attenzione però a non confondere il rumore della catena, in quanto tale, con il suo sfregamento con le pareti del deragliatore anteriore oppure usando male il cambio posteriore come spiegato nel terzo link sotto. Il rumore da usura catena o pignoni é cupo e talvolta si percepisce anche sui pedali sotto forma di leggere vibrazioni.

- Salto del dente di un pignone del rocchetto, evento che tipicamente avviene sotto sforzo o con uno scatto o in salita e che di solito coinvolge i pignoni più piccoli.

- Gioco eccessivo ai perni della catena (Per apprezzare tale maggior gioco occorre occhio esperto, oppure avere sotto mano una catena nuova e fare il confronto). Quando si verifica anche uno solo degli eventi citati sopra se si cambia catena e pignoni posteriori tutto va a posto. Va anche tenuto sempre sotto controllo la storia della corona anteriore in quanto anche lei si usura ma in misura molto minore di pignone e catena. Considerare che ogni 4, massimo 5 cambi di catena e pignoni occorre cambiare anche la corono anteriore.

---------------- RISPOSTA APPROFONDITA ----------------

L’usura della catena si estrinseca primariamente nel suo allungamento causa l’usura dei perni. Nella prima foto qui sotto si vede un perno estratto dalla sede ove si constata una forte usura dello stesso che moltiplicata per tutti gli altri perni determina un tangibile e misurabile allungamento della catena che può arrivare ad allungarsi sino a 10 milimetri rispetto alla stessa catena quando era nuova.

Nella seconda foto sono mostrate due catene usurate. La Catena nuova deve avere un passo tra i perni di 1/2 pollice, cioé circa 12,7 mm. Tanto più la catena è usurata tanto più il passo aumenta.(Il passo é la distanza tra due perni adiacenti).

Un altro controllo che si può fare, (Fig. 4) per vedere lo stato della catena, consiste nello spingerla verso l’esterno con una matita quando essa è sulla corona : la catena usurata si allontana facilmente, quella nuova no. Le altre immagini mostrano dei calibri che permettono di misurare l'usura della catena. Anche qui vale quanto già detto: dopo aver stabilito che la catena è da cambiare occorre valutare lo stato dei pignoni posteriori perché, ad eccezione che essi siano stati appena cambiati, sarebbe opportuno cambiare anche loro per evitare che i pignoni vecchi ne producano un precoce degrado in quanto il pignone vecchio 'morde' il perno della catena nuova accelerando la sua usura.


----------------RISPOSTA PER CHI VUOLE RISPARMIARE------

Se si decide di cambiare la catena non é obbligatorio cambiare anche i pignoni, vediamo come agire.

Dopo la sostituzione della catena il ciclista fa una uscita facendola lavorare su vari pignoni. Alle prime pedalate potrà avvertire un salterello dovuto alla giunzione della catena nuova ma dopo un'ora non si avverte più.

Dopo che la catena si è sladinata il Ciclista presta attenzione all'eventuale rumore che viene dalla catena e sopratutto se avverte nei pedali una leggera vibrazione, fa anche qualche breve salita o cavalcavia di forza, con rapporto duro. Si possono avere queste tre situazioni:

1) Non si avverte rumore e vibrazioni ai pedali e in salita non c'e il salto del dente: non si deve cambiare i pignoni posteriori perché o sono quasi nuovi o hanno lavorato poco, in ogni caso non sono usurati e si sposano bene la nuova catena.


2) si avverte un leggero rumore proveniente dalla catena e sui pedali si avverte una leggera vibrazione. Questo dimostra che i pignoni sono tutti o in parte usurati ma se non c'e il salto del dente sotto sforzo vuol dire che la loro usura non é eccessiva e quindi il ciclista può non cambiare i pignoni.

3) si avverte rumore, vibrazioni e c'e il salto del dente in salita: i pignoni, almeno quelli sui quali c'e il salto del dente, tipicamente i più piccoli, sono molto usurati ma se il Ciclista può fare a meno di usarli perché pedala con quelli più grandi può non cambiarli.

CONCLUSIONE:dopo un cambio di catena si può continuare a pedalare con i vecchi pignoni, questo determinerà una maggior usura della catena, che si manifesta sopratutto nelle prime settimane e poi andrà a calare ma questa maggior usura non ha un risultato catastrofico, nel senso che dopo qualche settimana si ripresentano i problemi, no! Si accorcia un po la vita della catena rispetto a quella che si avrebbe avuto cambiando anche i pignoni ma la cosa si può fare, sopratutto se usiamo la bici per il tempo libero o in modo non professionale.

Nel secondo link sotto é spiegato nel dettaglio quale meccanismo di usura determina il salto del dente.


Riferimenti:
 
https://www.ciclistaurbano.net/bicicletta_detail.php?id=2867

 
http://www.team2001.it/team2001_00/Stucchi/perche%20la%20catena%20salta.htm

 
 
 

Articolo 1362 aggiornato al 2023-01-22

Come misurare l 1

comparison of new and worn bicycle chain - confronto catena bicicletta nuova e consumata 2

bicycle chain wear test - test usura catena bicicletta 4

5

6

7

8

footer
Links Utili Assistenza legale privacy per siti web ed e-commerce: scopri la consulenza di LegalBlink

Assistenza legale per la vendita online di cibo: obblighi di legge per il venditore

Termini d'uso dei siti web: quali informazioni legali inserire

Home - Chi sono - Condizioni d'uso - Privacy policy - Cookie policy   ©2011 ciclistaurbano.net